Latti

Latti

Articoli 1-12 di 90

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente

Articoli 1-12 di 90

Pagina
per pagina
Imposta la direzione decrescente

Latti artificiali di ogni tipo riempiono gli scaffali di negozi fisici e digitali, ma come può una neomamma scegliere il latte migliore per il suo bambino?

Appurato che il miglior latte per ciascun bimbo è quello della sua mamma, non è detto che l’allattamento al seno sia sempre possibile. Per ragioni di salute della mamma, lontananza tra mamma e bambino, assunzione di medicinali o sostanze assorbibili dal latte materno, non sono rari i casi in cui la mamma ricorre a latti artificiali, perfettamente a misura di neonato.

Per questo, dobbiamo considerare che, in una vertiginosa esposizione di latti, potremmo dover trovare quello per il nostro bebé.

La prima utilissima e imprescindibile informazione da cui dobbiamo partire prima dell’acquisto è il consiglio del pediatra. Da quello non si prescinde. Lui valuta in base a:

  • età;
  • fasi di crescita;
  • sviluppo;
  • esigenze nutrizionali e di salute.

Senza, però, volerci sostituire al pediatra del tuo bimbo, ti forniamo qualche indicazione generica per orientarti nell’infinito mondo dei latti per l’infanzia. Per convenzione, a prescindere dalla marca, i latti sono classificati in formule. Vediamo cosa ciascuna formula ci rivela:

  • formula 1, quello con la composizione più simile al latte materno, adatto dalla nascita ai 6 mesi di vita;
  • 2, ovvero il latte di proseguimento, da 6 a 12 mesi;
  • formule speciali, come la formula 0 per bimbi nati prematuri, a basso contenuto di proteine,vf per bebé a rischio di allergia o con problemi digestivi come reflusso gastroesofageo, coliche, diarrea o stipsi.



Soprattutto per quanto riguarda le formule speciali, guai a intervenire di propria iniziativa, col rischio di alterare l'individuazione di eventuali patologie, la crescita e creare disordini funzionali. Il loro impiego deve essere successivo all’individuazione del disturbo da parte di un medico. A quel punto, con le indicazioni del pediatra alla mano, sarà facile trovare il prodotto indicato in qualsiasi farmacia, anche online e utilizzarlo per i tempi prescritti.

Perché tutte queste attenzioni? Perché un neonato è fragile, viene da un luogo altamente protetto e deve sviluppare in modo regolare e naturale caratteristiche fisiche e psichiche che vengono supportate da una corretta alimentazione. Per esempio, nei primi 4 mesi della sua vita il neonato deve raddoppiare il proprio peso corporeo, raggiungendo mediamente i 6-8 kg. Pensiamo a cosa succederebbe se gli dessimo il latte vaccino, che oltre ad essere ricco di grassi e poco digeribile, in 4 mesi fa addirittura triplicare il peso del vitellino!

Chiarita l’importanza della scelta di latti giusti, pensiamo un po’ anche alla praticità. Formato e soluzione sono strettamente connessi al contesto in cui viene usato e a un fattore economico. Esistono latti:

  • in polvere;
  • pronti.

Quando scegliere i primi e quando i secondi?

I primi sicuramente hanno un prezzo più conveniente. Venduti in grandi formati, sono solubili in acqua, fanno risparmiare spazio in dispensa e anche le finanze ne traggono qualche beneficio.

I secondi sono praticissimi, ideali per viaggi e giornate a spasso. Addirittura i monodose, non esattamente ecofriendly, soccorrono le mamme nei momenti delicati della giornata, purché organizzate con un buon thermos e biberon.



Customer service

Spedizioni veloci

24/48h

Reso facile e veloce

Spedizioni gratuite

da 24,90€

Servizio clienti

Copyright © 2023 - Tutti i diritti riservati Farmaeurope è un brand di Talea Group S.p.a. | Via Marco Polo 190 - 55049 Viareggio (LU) - P.IVA 02072180504