Benvenuto sul nostro store online!

Numero verde 800 947370

Pediculosi, cos'è e come prevenirla

La Pediculosi è un'infestazione molto comune, sviluppata dai Pidocchi, piccoli parassiti di colore grigio-biancastro, che vivono unicamente Nell'uomo. Sono strutturalmente di piccole dimensioni 1-3 mm, depongono le uova fissandole al fusto dei capelli, su questi si muovono con semplicità grazie alla presenza di “uncini” posti sulle zampette. Frequenza e diffusione: Paesi ricchi e quelli in via di sviluppo. Non esiste una correlazione tra igiene personale, grado di pulizia degli ambienti e diffusione dei parassiti. Contagio: Può avvenire per contatto diretto con individui già infestati oppure tramite lo scambio di indumenti, effetti personali: cappelli, sciarpe, spazzole...Lontano dal corpo umano i Pidocchi non riescono ad avere una elevata autonomia, possono infatti vivere poche ore, rimanendo privi di nutrimento. Bersagli: I più colpiti sono i bambini in età prescolare e scolare, fascia d'età 3-11 anni e conseguentemente le loro famiglie. Il sesso femminile risulta essere più colpito rispetto a quello maschile, per la lunghezza del capello. Sintomi: L'infestazione esordisce con intensa sensazione di prurito (causata dalla puntura) e conseguente irritazione nelle zone colpite dal parassita. Le uova chiamate Lendini, di colore bianco-grigiastro, hanno una forma leggermente allungata, simile a piccoli pinoli e possono raggiungere 1-2 mm di lunghezza. Le femmine del pidocchio depositano le uova alla radice dei capelli attraverso l'impiego di una sostanza simil colla, molto resistente, la radice dei capelli rappresenta il luogo ottimale per la loro schiusa, grazie alle condizioni di temperatura ed umidità. Diagnosi: Avviene attraverso la localizzazione delle uova. Cerca le uova alla base dei capelli, le zone più colpite sono dietro le orecchie ed alla base della nuca. Un'accurata ispezione del cuoio capelluto è sufficiente per scoprire l'infestazione. Prevenzione e gestione della malattia: La prevenzione della pediculosi viene fatta insegnando le corrette pratiche igieniche, consigliando di evitare la condivisione di spazzole, cappelli, sciarpe... Naturalmente trasmissioni accidentali di pidocchi possono avvenire in molti altri modi, ad esempio nei locali pubblici o nei mezzi di trasporto molto affollati. Terapia: Quando l'infezione viene accertata, si impone il ricorso a prodotti dotati di attività insetticida. In commercio troviamo un'ampia gamma di prodotti formulati sotto forma di polveri aspergibili, shampoo, lozioni oppure spray. La pettinella o qualsiasi pettine a denti stretti è un mezzo essenziale per eliminare le uova e i pidocchi uccisi dall'insetticida. Generalmente dopo una settimana dal primo trattamento viene consigliato di ripetere nuovamente per poter uccidere i pidocchi nati dalle uova schiuse dopo il primo ciclo.

I nostri brand