Gastrite: cosa mangiare?

Tutti gli articoli
Gastrite cosa mangiare
20 agosto 2022
Cosa mangiare in caso di gastrite? Esistono molti trattamenti per questa malattia, ma la dieta gioca un ruolo fondamentale. La gastrite è una condizione che porta all'infiammazione dello stomaco e si riferisce anche all'irritazione del rivestimento dello stomaco. Se siete alla ricerca di alimenti da consumare per risolvere il problema, le regole principali sono:
  • Evitare alcuni alimenti che possono irritare lo stomaco e favorire l'infiammazione. Tra questi vi sono l'alcol, la caffeina e i cibi piccanti, che possono causare reflusso acido o bruciore di stomaco e contribuire al disagio causato dalla gastrite stessa.
  • Mangiare molta frutta e verdura fresca, cereali integrali e proteine magre. Questi aiutano a ridurre l'infiammazione nel corpo e forniscono nutrienti essenziali che aiutano ad alleviare il dolore associato alla gastrite.
  • Consumare piccoli pasti più frequentemente nel corso della giornata.
Questo non significa che dobbiate rinunciare a tutti i vostri piatti preferiti. Vediamo insieme quali sono i cibi più adatti in caso di gastrite.

Frutta, verdura e legumi

Non è un segreto che una dieta ricca di frutta, verdura e legumi faccia bene alla salute. Ma sapevate che possono essere utili anche in caso di gastrite? Frutta e verdura sono una scelta eccellente perché contengono fibre, che favoriscono una corretta digestione. Contengono anche antiossidanti che possono contribuire a ridurre l'infiammazione nel corpo. quindi cercate di incorporarle il più possibile nella vostra dieta, anche se non soffrite di gastrite. Bisogna però cercare di evitare gli alimenti acidi che possono peggiorare il dolore. Quindi fate attenzione a pomodori e agrumi e scegliete invece frutta e verdura fibrose come banane, mele, bastoncini di sedano, carote, cetrioli e lattuga. State lontani dalla frutta e dalla verdura in scatola: spesso contengono zuccheri aggiunti e conservanti che possono irritare ulteriormente l'apparato digerente quando si soffre di sintomi di gastrite come il gonfiore o la malattia da reflusso acido. Se amate i succhi di frutta, bevete succhi freschi e fatti in casa invece di quelli acquistati in negozio; questi ultimi contengono più sostanze nutritive dei succhi commerciali grazie e sono privi dei conservanti utilizzati durante la lavorazione. Evitate il più possibile le verdure cotte, perché la cottura le rende più difficili da digerire per l'organismo; preferite invece le verdure crude nelle insalate o nei frullati. Uno degli alimenti migliori per la gastrite sono i legumi. Sono poveri di grassi e ricchi di fibre solubili, che aiutano a regolare la digestione e i livelli di zucchero nel sangue e a mantenere il senso di sazietà più a lungo rispetto ad altri alimenti. Possono essere consumati come contorno o aggiunti a stufati e zuppe.

Carni bianche e pesce magro

Carni bianche e pesce magro sono entrambi ottimi alimenti per le persone affette da gastrite. Sono poveri di grassi e facili da digerire per l'organismo, il che significa che non irritano il rivestimento dello stomaco come altri tipi di alimenti. Le carni bianche magre, come il petto di pollo e il petto di tacchino, sono buone fonti di proteine che non irritano lo stomaco e aiutano a sentirsi sazi più a lungo senza apportare troppe calorie. Contengono inoltre triptofano, un aminoacido che aiuta a calmare l'infiammazione nell'organismo. Gli alimenti ricchi di triptofano possono contribuire ad alleviare alcuni dei sintomi associati alla gastrite, rilassando i muscoli dell'addome in modo che non si contraggano tanto quando si mangia qualcosa di solido invece che di liquido, come la zuppa. Anche il pesce magro è una buona fonte di proteine. Può essere consumato in qualsiasi forma: cotto, crudo o alla griglia. Basta non esagerare con il sale. Il pesce a basso contenuto di grassi, come il merluzzo, la platessa e il salmone, può aiutare a mantenere basso l'apporto di grassi saturi. Il pesce magro è ricco di proteine e di acidi grassi omega-3, due sostanze nutritive che favoriscono il buon funzionamento dell'apparato digerente. Le proteine aiutano a riparare i tessuti danneggiati dell'intestino oltre che a mantenere a lungo il senso di sazietà. Gli omega-3 contribuiscono a mantenere bassi i livelli di infiammazione e quindi aiutano anche a lenire i dolori provocati dalla gastrite. Gli omega-3 sono noti anche per la loro capacità di ridurre lo stress. Questo è ottimo per gestire i sintomi della gastrite dato che lo stress rappresenta una delle principali cause dell’infiammazione della mucosa gastrica. Dove trovare gli omega-3? In pesci come il salmone, lo sgombro, le sardine, le aringhe e la trota.

Cereali integrali

I cereali integrali sono ottimi per le persone affette da gastrite perché sono facili da digerire e non irritano l'apparato digerente come potrebbero fare altri alimenti. I cereali integrali sono una buona fonte di fibre, vitamine del gruppo B e magnesio. Questi nutrienti possono aiutare i sintomi della gastrite riducendo la stitichezza, che può essere dolorosa per chi ne soffre. Inoltre, aiutano a ridurre i sintomi dello stress e la tensione muscolare che possono essere associati alla gastrite. Inoltre, le fibre presenti nei cereali integrali aiutano a calmare l'apparato digerente e ad alleviare sintomi come gonfiore e gas. Se avete sintomi di gastrite come bruciore di stomaco o reflusso acido, provate a mangiare riso integrale invece di riso bianco. Il riso integrale contiene più fibre del normale riso bianco ed è anche più facile da digerire. Provate anche la farina d'avena. Contiene fibre solubili che, se consumate regolarmente, aiutano a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue; inoltre, le fibre solubili possono contribuire ad alleviare la stitichezza ammorbidendo le feci e facilitandone il passaggio attraverso il tratto digestivo senza incidenti. È anche facile da digerire, il che facilita lo stomaco, e fornisce una buona fonte di energia e di antiossidanti che aiutano a combattere l'infiammazione e a riparare le cellule danneggiate. La quinoa è un tipo di seme super versatile e facile da cucinare. Si può usare la quinoa al posto del riso o della pasta, oppure inserirla in zuppe, insalate o persino frullati. È ottima per chi soffre di gastrite perché contiene calcio e magnesio che aiutano a calmare le pareti dello stomaco e a ridurre l'infiammazione. I contenuti forniti sono informazioni generali e non intendono sostituire in alcun modo il parere del medico. Se sospettate di soffrire di gastrite, rivolgetevi il prima possibile al vostro medico.

Customer service

Spedizioni veloci

24/48h

Reso facile e veloce

Spedizioni gratuite

da 24,90 €

Servizio clienti

Copyright © 2022 - Tutti i diritti riservati Farmaeurope è un brand di Farmae S.p.a. | Via Marco Polo 190 - 55049 Viareggio (LU) - P.IVA 02072180504